No more Ransom: forze dell’ordine e security companies unite contro i ransomware

Sono passati solo tre mesi dal lancio di “No more Ransom, il progetto per la lotta alla crescente diffusione dei ransomware, grazie al quale oltre 2.500 vittime sono riuscite a decriptare i propri file, con un risparmio complessivo di oltre 1 milione di dollari.

Che cos’è “No more Ransom”

L’iniziativa, che ha preso il via lo scorso 25 luglio, è nata dalla collaborazione tra il National High Tech Crime Unit della Polizia Nazionale Olandese, lo European Cybercrime Centre dell’Europol, e due compagnie di Cyber Security, Intel Security e Kaspersky Lab, che hanno unito le loro forze nella lotta al Cyber Crimine.

Il progetto prevede un portale (https://www.nomoreransom.org) dove le vittime degli attacchi possono trovare informazioni sui ransomware, tool per decriptare i file e consigli sui modi efficaci per proteggere i propri dati online.

Gli Stati d’Europa uniti nella lotta al Cyber Crimine

Grazie agli ottimi risultati raggiunti, le forze dell’ordine e le aziende private di altre 13 Nazioni europee hanno deciso di entrare a far parte del progetto.

Tra i nuovi membri anche l’Italia: nel nostro Paese la Polizia Postale e alcune organizzazioni private hanno infatti deciso di collaborare per fornire alle vittime dei ransomware tool di decriptazione gratuiti.

La collaborazione tra Forze dell’Ordine e organizzazioni private

“La lotta ai ransomware ottiene maggiori successi quando le autorità e il settore privato collaborano. I ricercatori possono offrire un’analisi più vasta dei malware e servizi come lo scanning di Internet, aiutando a trovare connessioni tra i diversi dati. Questo permette alla polizia di localizzare e sequestrare i server usati per gestire l’attacco. I server sequestrati possono contenere chiavi di decriptazione e, quando vengono condivise con aziende del settore privato, queste chiavi possono diventare decryption tool che aiutano le vittime a sbloccare i propri dati senza pagare un riscatto. Fondamentalmente, condividere le informazioni è la chiave per una collaborazione efficace tra la polizia e i ricercatori in ambito security. Più ciò avviene facilmente e velocemente, più la partnership è efficace”, ha affermato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab.

Per consentire l’accesso ad un pubblico più ampio e migliorare i risultati, il portale “No more Ransom” è in fase di adattamento per supportare diverse lingue oltre all’inglese e, in seguito ad un forte interessamento, a breve il progetto darà il benvenuto anche a nuove aziende del settore privato.

Gli esperti di Cyber Security di Alfa Group sono a Vostra disposizione per fornirvi ulteriori informazioni sul progetto “No more Ransom” e sulla minaccia dei ransomware, non esitate a contattarci!