Mark Zuckerberg sotto scacco degli hacker, violati i suoi profili social

Nessuno si salva dagli hacker, nemmeno Mark Zuckerberg! Infatti, secondo quando riportato dalla testata giornalistica Engadget, tutti i profili social del papà di Facebook sarebbero stati vittima di un’intrusione da parte di cyber-criminali, noti con lo pseudonimo di OurMine.

L’hackeraggio sarebbe stato favorito dall’abitudine di Zuckerberg ad usare sempre la stessa semplice password, “dadada”, per l’accesso a più servizi, errore fatale a molti degli utenti vittime di attacchi malevoli negli ultimi anni.

Stando a quanto scritto da Engadget le password del fondatore di Facebook sono state reperite dal database di credenziali sottratte da più di 100 milioni di profili Linkedin nel 2012, notizia di cronaca dei giorni scorsi.

mark zuckerberg

Gli hacker hanno avuto così facile accesso ai profili Twitter, Instagram, Linkedin e Pinterest di Mark Zuckerberg. Proprio su Twitter è stato postato un ironico messaggio:”Hey @finkd eri nel database di Linkedin con la password dadada”, mentre il nome utente di Pinterest è stato modificato in “Hacked By OurMine Team”, nessuna violazione riscontrata per quanto riguarda Facebook.

A distanza di poche ore dalla violazione ogni traccia dall’attacco hacker ai danni di Marck Zuckerberg è stata prontamente rimossa, così come è stato sospeso l’account Twitter di OurMine.

Si tratta comunque di un “colpo di scena” da parte dei “geni” del cyber-crime, segno evidente che ormai nessuno è davvero al sicuro.