Digitalizzazione delle imprese italiane

La crescita imprese italiane dipende da big data e e-commerce

Negli ultimi anni la rivoluzione digitale ha cambiato sensibilmente le nostre abitudini quotidiane e interessato un gran numero di settori lavorativi attraverso servizi veloci e altamente affidabili. Con tali premesse è facile immaginare come lo sviluppo economico futuro non possa assolutamente prescindere da una innovativa crescita digitale. I dati dello studio Intesa San Paolo e Cisco hanno infatti confermato la crescente importanza dell’economia digitale. Secondo le previsioni, le piccole e medie imprese nei prossimi tre anni punteranno molto forte su big data e e-commerce. Le Pmi italiane intendono realizzare progetti interessanti per l’analisi dei dati e per migliorare ulteriormente i processi di vendita online.

Secondo lo studio condotto da Intesa Sanpaolo, Tag Innovation School e Cisco, su un campione di più di 500 aziende, tra i punti chiave di crescita digitale delle Pmi figurano l’uso dei big data, il potenziamento dell’e-commerce e la contaminazione con le startup. Nei prossimi 3 anni le piccole e medie imprese italiane ritengono di aver bisogno soprattutto di figure professionali quali digital marketing specialist, data analyst e digital officer. Invece tra i traguardi da raggiungere dalle Pmi in tema di innovazione digitale troviamo ai primi posti la riduzione dei costi e l’aumento della produttività. In base alle risposte delle imprese che hanno partecipato al questionario, i principali obiettivi della digital transformation sono quelli di migliorare le relazioni con la clientela e l’organizzazione interna.

Vittorio Meloni, direttore relazioni esterne del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha sottolineato come l’innovazione, la formazione e la trasformazione digitale siano elementi importantissimi per la crescita delle aziende italiane. Un dato confermato anche dall’indagine effettuata da alcuni ricercatori del Master Digital Transformation. In questa direzione Intesa Sanpaolo propone a giovani, piccole e medie imprese e startup l’esplorazione di innovative soluzioni finanziarie, tecnologiche e formative anche mediante inediti percorsi professionali.

Sulla stessa lunghezza d’onda Enrico Mercadante, uno degli uomini di punta di Cisco Italia. Anche secondo Mercadante, infatti, la digitalizzazione per la crescita di un’impresa è un aspetto fondamentale e imprescindibile. Sempre secondo quanto affermato dal responsabile per l’innovazione, le architetture e la digital transformation di Cisco, le aziende sono consapevoli dell’importanza dell’utilizzo del digitale per cambiare i processi interni e l’organizzazione, allo scopo di migliorare l’efficienza, attrarre nuovi talenti e rafforzare la collaborazione. Mercadante ha ribadito anche l’importanza delle alleanze, in quanto la digitalizzazione non può essere un obiettivo da raggiungere da soli.

Un quadro complesso con obiettivi da raggiungere nel giro di qualche anno, per questo motivo per favorire la trasformazione è stato istituito un Master in Digital Transformation. Il Master vanta 20 studenti opportunamente selezionati e 20 borse di studio. Il percorso formativo itinerante per formare le figure professionali in grado di accelerare la trasformazione digitale si articolerà in 12 settimane nelle aule di Talent Garden Milano e in 6 settimane presso alcune aziende sparse sul territorio nazionale. Il via del tour è previsto per il prossimo 29 maggio e interesserà ben 6 città italiane: Torino, Padova, Firenze, Bologna, Roma e Napoli. Un progetto davvero interessante che mira a formare i consulenti adatti a supportare le imprese nel difficile processo di digitalizzazione del business. Un compito certamente non facile, ma le basi per riuscire nell’intento sono davvero incoraggianti.